Tag: hotel budapest

CRESCE DEL 40% IL NUMERO DI PRENOTAZIONI ESTIVE PER LE PIÙ FAMOSE DESTINAZIONI TURISTICHE UNGHERESI

Dall'inizio di maggio, il numero di pre-prenotazioni ricevute per i mesi estivi è aumentato di oltre il 40%. Se la crescita rimarrà così costante, sarà difficile trovare alloggio nelle famose destinazioni turistiche in Ungheria in alta stagione, scrive l'Agenzia ungherese per il turismo (MTÜ) nella sua dichiarazione.

Dal luxury al tailor made product: la nuova domanda dell’era post-Covid in Ungheria

La domanda del settore turistico in Ungheria è cambiata. Alcune testate giornalistiche specializzate sul turismo prevedono che i clienti saranno piccoli gruppi o solo-traveller alla ricerca di servizi sempre più personalizzati ed esclusivi. Nell'articolo l'opinione di alcuni manager di hotel di Budapest.

Come risponde l’agenzia nazionale del turismo ungherese all’impatto del Covid19 sul turismo a Budapest?

Come risponde l'agenzia nazionale del turismo ungherese all'impatto del Covid19 sul turismo a Budapest? Lo abbiamo chiesto al Vice Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale del Turismo Ungherese, Könnyid László.

Settore turistico: calo del 59 per cento

Il numero di pernottamenti turistici è diminuito del 59% a settembre, un aumento di 15 volte rispetto al minimo di aprile in Ungheria, riferisce il centro statistico ungherese. Delle cinque tipologie di alloggi commerciali, solo i campeggi hanno registrato più pernottamenti turistici rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, dove l'incremento è stato del 33%.

Sgravi fiscali e sussidi al settore dell’ospitalità

Il governo ungherese predispone sgravi fiscali e sussidi al settore dell'ospitalità in Ungheria per fare fronte alle dure conseguenze della pandemia e della chiusura dei confini. Sussidi salariali fino a 241 mila fiorini al mese e esenzione per i datori di lavoro del pagamento delle tasse sugli stipendi.

Primo impatto del coronavirus su hotel e turismo in Ungheria

Török, Head of research presso la Raiffeisen Bank di Budapest, individua come settori che soffriranno maggiormente per la diffusione del Coronavirus: il turismo, il settore dell'ospitalità, i trasporti e la logistica e, con l'interruzione delle importazioni dalla Cina, la produzione elettronica, in quanto i settori mostrano già una flessione significativa. Scuro lo scenario dell'impatto del coronavirus su turismo e ospitalità in Ungheria. Previste 163.500 prenotazioni cancellate di visitatori stranieri in primavera.

I pernottamenti aumentano del 4,8% e i ricavi del 10%

I pernottamenti trascorsi dai turisti internazionali sono aumentati dell'8,7% ed quelli domestici dello 0,8% nelle strutture ricettive commerciali ungheresi. I ricavi totali delle vendite lorde sono aumentati del 10% (a 41 miliardi di HUF), all'interno dei quali i ricavi delle commissioni di alloggio sono cresciuti del 13% (a 23 miliardi di HUF). Inoltre Le entrate lorde complessive delle vendite di strutture ricettive commerciali sono state di 513 miliardi di HUF, l'8,3% in più secondo i dati rilevati il 30 novembre 2019 rispetto alla stessa data dell'anno precedente.

+4.9% notti trascorse dai turisti in Ungheria nel 2019

Nell'ottobre 2019 son aumentate del +4.9% dall'anno precedente le notti trascorse dai turisti in Ungheria. Aumentati anche i ricavi totali delle vendite lorde a 51 miliardi di fiorini (circa 155 milioni di euro), in aumento del 9,9% (a 30 miliardi di fiorini / 90 milioni di euro).

Articoli più letti