Il primo giornale italiano sull'economia ungherese

Tag: azienda italiana

Óvártej (Valcolatte) investe oltre 1 miliardo di HUF a Mosonmagyaróvár

L'azienda casearia Óvártej, dal 2013 di proprietà dell'italiana Valcolatte, investe oltre 1 miliardo di HUF a Mosonmagyaróvár in Ungheria. Óvártej sta costruendo un capannone di produzione di 1.200 mq, con attrezzature che aumenteranno la capacità del 20%. Szijjártó ha concesso all'azienda una sovvenzione governativa di 294 milioni di HUF per l'investimento che preserverà 135 posti di lavoro.

ITL Alumni. Celebriamo 25 anni di collaborazione con i nostri alumni

25 anni sono una prima meta importante per un’azienda, soprattutto se fondata in giovane etá e con poca esperienza in un paese estero e complesso. ITL Group é passata da essere un piccolissimo studio di consulenza per aziende italiane a diventare uno dei primi 20 Studi di consulenza in Ungheria, secondo le classifiche del Budapest Business Journal ma é senza ombra di dubbio il piú accreditato specialista nelle relazioni Italia-Ungheria. E per questo volevo personalmente ringraziare tutte le persone che hanno contribuito a questa crescita, anche quei giovani o neo-laureati che sono stati con noi anche solo per qualche mese ma con tutta la loro energia e ci ha ispirato spesso nei nostri progetti.

Comincia il #ThrowbackThursday per l’anniversario di ITL Group

ITL Group dà il benvenuto al nuovo #ThrowbackThursday. Una rubrica sui social aziendali che vede nel 25esimo anniversario dell'azienda l'occasione perfetta per prender vita!

Viaggio di lavoro in Ungheria: niente piú quarantena obbligatoria

L'Ungheria aprirá anche a chi proviene dall'Italia, secondo le informazioni che ci ha trasmesso Consolato d'Ungheria a Milano che le ha ricevute dal Ministero degli Affari Esteri e del Commercio sul come i cittadini italiani possano entrare in Ungheria per motivi di lavoro e la rimozione dell'obbligo della quarantena.

Le competenze che salveranno la nave. Come la formazione del capitano e dei vogatori impatta sulla vita dell’azienda

Problem solving e pensiero flessibile sono due delle competenze allenate con il metodo Accelium che salveranno la nave in questa tempesta causata dal coronavirus. Alla domanda, quali sono le competenze necessarie e come formare la nostra flotta, risponde Szilvia Szlavitsek, ITL Group Head of Training and Corporate Training che offre questo nuovo servizio di coaching e formazione aziendale.

Articoli più letti