Il primo giornale italiano sull'economia ungherese

Aziende ungheresi: difficoltà finanziarie nel mese di luglio 

Per il 44% dei dirigenti aziendali in Ungheria non è stato particolarmente difficile far fronte agli obblighi finanziari della propria azienda. Per contro, il 56% ha incontrato varie difficoltà ed ha espresso meno ottimismo per il prossimo semestre, ha reso noto l’Istituto di ricerca economica e imprenditoriale (Gazdaság- és Vállalkozáskutató Intézet / GVI) della Camera di Commercio e dell’Industria ungherese.

Nel luglio del 2022, il GVI ha svolto un’indagine su 350 imprese nazionali con almeno 20 dipendenti per conoscere la loro situazione finanziaria, con particolare riferimento alla capacità di adempiere agli obblighi finanziari, alle difficoltà finanziarie e al livello delle riserve. 

Secondo questo sondaggio, riportato da hrportal.hu, il problema economico più significativo per la maggior parte delle aziende nei mesi precedenti a luglio 2022 ha riguardato la perdita del tasso di cambio, il pagamento delle materie prime e il pagamento dei vettori energetici. 

Dalla ricerca del GVI è emerso che i dirigenti aziendali valutano a posteriori il livello delle riserve finanziarie per la prima metà del 2022 come più favorevole rispetto a quello che si prospetta per la prossima metà dell’anno.

Secondo i risultati dell’indagine sui dati di luglio, l’indice di crescita trimestrale è sceso da +36 a +22 punti rispetto ad aprile 2022, scrive GVI

Il valore dell’indice di incertezza trimestrale 2022 è di 41 punti a luglio, un aumento di +8 punti rispetto ad aprile. Ciò indica che la valutazione della situazione delle imprese domestiche è ancora una volta riflette un’incertezza significativa.

Fonti:  hrportal.hu | bbj.hu | GVI  

Articoli recenti

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti