Tag: lavoro a budapest

La pandemia ha portato a una proroga degli sgravi fiscali per chi cerca lavoro. 30 MLD HUF verranno risparmiati nell’imprenditoria

Il Segretario di Stato per gli affari fiscali, Norbert Izer, ha dichiarato a MTI (agenzia stampa ungherese) che dal 10 giugno 2021, il credito d'imposta per chi cerca lavoro è stato esteso. Il beneficio fiscale dei contributi sociali è ora disponibile dopo tre mesi di disoccupazione invece dei sei mesi imposti in precedenza, facendo risparmiare 30 miliardi HUF nel settore imprenditoriale.

I datori di lavoro aumentano attivamente i salari per trattenere i dipendenti

I datori di lavoro continuano a essere costretti ad aumentare attivamente i salari per trattenere la forza lavoro, quindi nonostante la terza ondata dell'epidemia e gli aumenti dei salari minimi più bassi, i salari stanno aumentando in modo dinamico in Ungheria. Si prevede un aumento annuo dei salari del 9% nel 2021. Si stima il tasso di crescita dei salari reali al 4,5%.

TK ELEVATOR APRE UN NUOVO CENTRO SERVIZI CONDIVISI A BUDAPEST

La società di mobilità urbana, TK Elevator, creerà un centro di servizi condivisi a Budapest. Denominato Solution Centre Europe (SCE), fornirà processi selezionati di Finance e HR per le operazioni europee e africane del gruppo. L'azienda prevede di aumentare fino a 70 dipendenti entro i primi 12 mesi, con una dimensione potenziale fino a 220 posti di lavoro nei due anni successivi.

Da aprile le società di somministrazione del personale applicheranno l’IVA

Il reverse charge sul lavoro temporaneo sta volgendo al termine e dal 1 aprile non sarà più il cliente ma la società di lavoro interinale ad addebitare e pagare l'IVA, annuncia Izbert Norbert, Segretario di Stato per le Fiscalità presso il Ministero delle Finanze.

Trend HR 2021: il 38% delle aziende prevede di ampliare l’organico

Che cosa si aspettano le aziende nel 2021? Tra i dati riportati nell'articolo, il 38% delle aziende di medie e grandi dimensioni prevede di espandere il proprio personale, il 18% degli intervistati ha affermato che il proprio fatturato è aumentato durante l'epidemia. Inoltre, dal punto di vista delle aziende, la mancanza di competenze linguistiche è ancora un problema significativo (37%). Leggi l'intero articolo per scoprire gli altri trend previsti per il mondo del lavoro ungherese nel 2021.

Giulia Pozza racconta la sua esperienza in ITL Group

“A chat with ITL Alumni: Giulia Pozza" é una chiacchierata in cui la nostra ex-tirocinante di ITL Consulting racconta la sua esperienza in ITL Group come vincitrice della borsa Erasmus+ a Budapest.

Strumenti e workshop per il benessere dei propri dipendenti expat

Con la diffusione del coronavirus e i suoi effetti sulla possibilità di viaggiare, sul modo di vivere all'estero, l'essere lontani dalla "casa" per molti espatriati, è stato estremamente difficile. Come possono le aziende supportare i loro expat in questi tempi di incertezza?

I numeri della disoccupazione in Ungheria nell’anno della pandemia

I dati ufficiali dell' Ufficio Centrale di Statistica riportano che a dicembre 2020 il numero di disoccupati era di 200mila e il tasso di disoccupazione del 4,3% era superiore di 0,2 punti percentuali rispetto a novembre. Per tutto il 2020, il numero medio di disoccupati è stato di 198mila e il tasso di disoccupazione è stato del 4,3%. C'è stato un aumento leggermente maggiore degli indicatori di disoccupazione delle donne. Secondo i dati amministrativi del National Employment Service, il numero totale di persone in cerca di lavoro registrate è aumentato del 23,8% a 291mila.

Articoli più letti