Pannonia Bio, aggiunge: Orzo e Mais per 100 milioni di euro

La bioraffineria Pannonia Bio di Dunaföldvár, la più grande in Europa e tra le 10 più grandi al mondo, lavora oltre un milione di tonnellate di cereali all’anno.

La bioraffineria ungherese Pannonia Bio sta aggiungendo linee di produzione di concentrato proteico di orzo e mais con un investimento di 100 milioni di euro nella sua sede di Dunaföldvár (inaugurata nel 2021), secondo quanto riportato da napi.hu.

Pannonia Bio ha dichiarato che le linee, che hanno la capacità di produrre 60.000 tonnellate di proteine d’orzo e 20.000 tonnellate di proteine di mais all’anno da cereali di qualità alimentare, saranno messe in funzione entro la fine dell’anno.

L’azienda ha rilevato una crescente domanda europea di proteine vegetali concentrate e isolate per snack, prodotti da forno, cereali per la prima colazione e sostituti del latte e della carne.

La bioraffineria è il più grande impianto di bioetanolo a sito singolo in Europa, una delle raffinerie più efficienti al mondo e ha la missione di ridurre il cambiamento climatico. Il successo dell’impianto si basa su un programma continuo di investimenti multimilionari basati sulle prestazioni. L’esperienza ingegneristica nella produzione di etanolo ha permesso la diversificazione in nuovi flussi di prodotti utilizzando la biotecnologia dei cereali.

Situata sulle rive del Danubio, vicino alla città di Dunaföldvár, la bioraffineria lavora ogni anno oltre un milione di tonnellate di cereali per produrre più di 500 milioni di litri di bioetanolo, centinaia di migliaia di tonnellate di mangimi ricchi di proteine e più di 10.000 tonnellate di olio di mais.

La produzione di mangimi aumenta la sicurezza alimentare europea, mentre l’etanolo di Pannonia Bio protegge l’ambiente con emissioni di gas serra pari al 30% di quelle della benzina che sostituisce.

Fonti: Pannoniabio.com | bbj.hu | napi.hu | economia.hu

Articoli recenti

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più recenti