Prestiti residenziali in diminuzione anche nel 2023

La seconda metà dello scorso anno ha già portato a un notevole calo nel numero di prestiti residenziali e, nel complesso, anche il 2023 potrebbe essere caratterizzato da una domanda ridotta, hanno dichiarato le istituzioni finanziarie al quotidiano economico Világgazdaság.

Secondo Magyar Bankholding, nell’ultimo trimestre del 2022 la domanda di prestiti personali si è mantenuta ad un livello basso come negli anni precedenti, ed è diminuita a dicembre, sebbene in parallelo la quota di mercato del fornitore di servizi sia aumentata. Anche presso K&H Bank, è stato notato che la domanda di mutui residenziali è diminuita, con un calo in particolare degli interessi sui mutui immobiliari.

Secondo i dati della Banca nazionale ungherese, lo scorso ottobre il totale cumulativo dei nuovi contratti di mutuo per la casa è sceso sotto i 60 miliardi di fiorini, con un calo del 45% rispetto allo stesso periodo del 2021, e questo processo è continuato anche a novembre e dicembre.

Fonte: bbj.hu | Fonte foto: Pexels

Articoli recenti

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più recenti