La normativa sull’accesso in Ungheria dal 1 settembre

AGGIORNAMENTO DISPONIBILE NELL’ARTICOLO SULL’ALLENTAMENTO DELLE RESTRIZIONI PER MOTIVI DI AFFARI, E LA NORMA IN VIGORE DAL 5 SETTEMBRE.

http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/ingresso-per-affari-in-ungheria-e-le-norme-in-vigore-dal-5-settembre/

ITL Group ha reso disponibile il riassunto in Italiano della normativa sulle restrizioni all’ingresso in Ungheria valide dal 1 settembre 2020.

La normativa cancella la precedente distinzione dei paesi in verde, giallo e rosso, (in pratica identificando tutti i paesi come rossi) e suddivide le persone in 3 categorie: cittadini ungheresi, stranieri e pendolari (entro 30 km dal confine).

NORME PER AMMINISTRATORI

Gli amministratori / ed i dipendenti delle società collegate possono entrare e viaggiare in Ungheria senza richiedere il permesso di ingresso e senza fare la quarantena ed i due test negativi. => Riferimento (si vega immagine sottostante, in lingua ungherese): punto 5 del decreto 408/2020, Gazzetta Ufficiale Ungherese 195 del 30 agosto 2020.

NORME PER I CITTADINI STRANIERI (comunitari e non)

Dal 01 settembre i cittadini stranieri NON possono entrare nel territorio d’Ungheria, salvo eccezioni (elencate sotto) a cui viene sia richiesto il permesso di ingresso dalla Polizia sia effettuato il controllo sanitario all’ingresso.

  • le persone che hanno il permesso di residenza continuo e oltre 90 gg (cioè chi ha anche il permesso di lavoro rilasciato dall’Ufficio dell’Immigrazione). In questo caso anche i loro familiari possono entrare in Ungheria.
  • coloro, che possono dimostrare con il documento ufficiale di aver preso il virus Covid-19 negli ultimi 6 mesi
  • un atleta o un professionista sportivo che lavora in Ungheria
  • nel caso di procedura giudiziaria delle autorità
  • per motivi d’affari
  • per motivo di lavoro
  • per un adempimento di un obbligo di studio o esame sulla base del rapporto giuridico di studente
  • per i lavori di trasporti stradale
  • per un evento familiare (matrimonio, battesimo, funerale)
  • nel caso di cura di un parente in base alla normativa di V. dell’anno 2013
  • grande evento sportivo, culturale, ecclesiastico

Una volta ottenuto il permesso d’ingresso dalla polizia, il controllo sanitario é obbligatorio al confine:
> se il controllo mostra un sospetto d’infezione la persona non può entrare in Ungheria;
> se il controllo non mostra un sospetto d’infezione la persona deve trascorrere 14 gg in quarantena all’indirizzo di residenza, oppure in un altro posto indicato.

DOPPIO TAMPONE NEGATIVO IN UNGHERIA PER EVITARE LA QUARANTENA

> Le persone non devono passare 14 gg in quarantena nel caso in cui riescano a fare due test PCR con il risultato negativo effettuati entro 5 gg e con una differenza di 48 ore, a provare che la persona non sia positiva al virus.

Dal 01 settembre lo Stato Ungherese accetta SOLO il testo di PCR effettuato in Ungheria, non viene più accettato il test effettuato all’estero. Il costo del test é al carico della persona fisica.

Qui il link all’elenco di tutte le societá dove é possibile fare il test che verrá accettato dallo Stato ungherese

Tipi di permessi da richiedere alla polizia ungherese

Tipi di permessi da richiedere alla polizia ungherese
  • Covid – 01: richiesta di equità per entrare al territorio d’Ungheria (tramite il portale elettronico (ügyfélkapu) / portale elettronico aziendale)
  • Covid – 02: richiesta di equità per entrare al territorio d’Ungheria (senza il login)
  • Covid – 03: appello riferimento al permesso di ingresso (tramite il portale elettronico (ügyfélkapu) / portale elettronico aziendale)
  • Covid – 04: appello riferimento al permesso di ingresso (senza il login)

NORME DI ACCESSO PER I PENDOLARI

I cittadini di uno stato confinante, ed i cittadini ungheresi che abitano e lavorano in una distanza di 30 chilometri dal confine di stato possono entrare e tornare entro 24 ore per motivi di lavoro.

NORME DI ACCESSO PER I CITTADINI UNGHERESI DAL 1 SETTEMBRE

I cittadini ungheresi che tornano in patria, superati i controlli sanitari al confine, saranno soggetti a quarantena obbligatoria, salvo effettuare 2 test PCR negativi.

  • il controllo sanitario é obbligatorio, se questo indica o meno il sospetto dell’infezione, si deve passare 14 gg in quarantena a casa, oppure in un altro posto indicato,
  • DOPPIO TAMPONE NEGATIVO PER EVITARE LA QUARANTENA: si deve fare due test PCR effettuati con il risultato negativo entro 5 gg, con una differenza di 48 ore, il quale giustifica che la persona non é infetta, solo in questo caso non deve passare due settimane in quarantena,
  • lo Stato Ungherese accetta solo il test PCR effettuato in Ungheria, dal 01 settembre non viene più accettato il test effettuato all’estero,
  • il costo del test é al carico della persona fisica.

PER DOMANDE

Potete rivolgervi alla polizia ungherese (https://ugyintezes.police.hu/en/home) oppure ricorrere al servizio di ITL Group di assistenza per la richiesta del permesso alla polizia (info@itlgroup.hu).

Fonte: ITL Group | NORMATIVA GAZZETTA UFFICIALE IN UNGHERESE | AMBASCIATA D’ITALIA A BUDAPEST

ARTICOLI RECENTI

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti