MNB vuole garantire la stabilità del mercato

Se necessario, la Banca centrale ungherese (MNB) utilizzerà tutti gli strumenti in suo possesso per intervenire e garantire la stabilità dei mercati finanziari nazionali.

Come scrivevamo a marzo, la banca centrale sta monitorando da vicino la situazione e si dice pronta a intervenire in qualsiasi momento.

I trend finanziari in tutta la regione sono attualmente fortemente influenzati da circostanze esterne, in particolare dal conflitto in Ucraina. I dati del periodo di ripresa successivo alla pandemia di coronavirus mostrano che le fondamenta dell’economia ungherese sono solide. 

La MNB ha inoltre affermato come “Il chiaro obiettivo della MNB è garantire che i maggiori rischi dovuti tendealle circostanze geopolitiche non mettano a repentaglio il prezzo e la stabilità finanziaria dell’Ungheria. I movimenti del mercato monetario non sono giustificati dai fondamenti, ma aumentano i rischi di inflazione al rialzo”.

Le valute regionali si sono tutte indebolite ieri 1° Marzo, con il fiorino che ha raggiunto un nuovo minimo storico, scivolando oltre 379 fiorini per 1 euro nel primo pomeriggio, prima di rafforzarsi di nuovo a 375,50 verso le ore 15:00.

MNB assume la direzione di Sberbank Hungary e limita i rimborsi.

La Banca nazionale ungherese (MNB) ha dichiarato in un comunicato pubblicato sul suo sito di aver nominato un commissario di vigilanza per Sberbank Hungary dal 28 Febbraio 2022.

Il commissario subentrerà alla gestione della banca attraverso il consiglio di amministrazione e ne garantirà il corretto funzionamento. Le filiali e le operazioni sui conti di Sberbank saranno disponibili da oggi 2 Marzo. La decisione della MNB è stata presa per proteggere il capitale e la liquidità dell’ente creditizio e delle parti interessate nelle operazioni dell’ente.

La MNB ha affermato che gli eventi attuali non riguardano altri soggetti del sistema finanziario nazionale. Inoltre, ha specificato che i depositi di Sberbank Hungary sono coperti dal Fondo nazionale di assicurazione dei depositi ungherese (OBA).

La banca centrale e l’autorità di regolamentazione del mercato hanno limitato l’importo dei fondi rimborsabili da parte di Sberbank Hungary a 7 milioni di fiorini per cliente. Tale misura sarà valida a partire dal giorno 2 marzo per 30 giorni, al fine di mantenere il sicuro funzionamento dell’istituto di credito. MNB ha affermato di aver avviato la misura per consentire all’unità ungherese di Sberbank di conformarsi alle disposizioni legali sulla liquidità e sulle posizioni patrimoniali in Ungheria nel prossimo periodo, nonostante gli effetti negativi della crisi russo-ucraina sulla banca centrale.

Dai registri pubblici, Sberbank Hungary aveva un patrimonio totale di 511 miliardi di fiorini alla fine del 2020. I depositi della clientela si avvicinavano ai 355 miliardi di fiorini.

Il Comitato di risoluzione unico, che gestisce gli istituti di credito europei in difficoltà, ha affermato di aver deciso di trasferire tutte le azioni delle filiali croate e slovene della banca ad altre società in quei paesi. L’unità austriaca, nota come Sberbank Europe AG, sarà liquidata in base a procedure concorsuali locali.

La Banca centrale europea ha dichiarato ieri che Sberbank Europe AG aveva 13,6 miliardi di euro di attività alla fine dello scorso anno, ma ha subito “significativi deflussi di depositi” a causa di “tensioni geopolitiche“.

Fonti: Bloomberg, Associated Press, mnb.hu. | Foto: trb.ro

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più recenti