L’Euro debole spingerà le esportazioni ungheresi?

Secondo il rapporto della Banca Centrale ungherese, il deprezzamento dell’euro impatta sulle prospettive di crescita dell’economia ungherese, in quanto i principali esportatori dall’Ungheria hanno stretti legami di fornitura con i membri dell’Eurozona, dove il miglioramento della competitività degli esportatori funge anche da stimolo della domanda di prodotti ungheresi, così ha dichiarato la banca centrale (MNB).

Gli analisti dell’MNB stimano che l’allentamento dell’euro dallo scorso anno potrebbe aumentare la quota di mercato delle esportazioni dell’Ungheria di circa lo 0,8%, andando a supportare un aumento del PIL di circa 0,2 punti percentuali. Il tasso di cambio dell’Euro con il Dollaro USA si è deprezzato di oltre il 20% rispetto al primo semestre del 2014. Tale svalutazione potrebbe essere riconducibile in primo luogo al diverso orientamento della politica monetaria adottata dalla Federal Reserve e dalla BCE. Mentre la FED ha progressivamente ridotto l’acquisto di assets per realizzare un graduale aumento del tasso di base, mentre la Banca Centrale Europea ha annunciato ulteriori misure di allentamento monetario nel 2014 e ha deciso di lanciare il suo programma di acquisto di assets nel mese di gennaio 2015. Questi rapporti possono essere particolarmente importanti nel caso dell’industria automobilistica, come nel caso di aziende tedesche che hanno filiere estese in tutta la regione ungherese. Le grandi case automobilistiche tedesche presenti in Ungheria vendono 50-60% della loro produzione al di fuori dell’Europa occidentale, e quindi il deprezzamento dell’Euro potrebbe supportare le loro vendite e la redditività in misura sostanziale. Inoltre, con il recupero dell’industria automobilistica, possono migliorare le prestazioni anche in altri settori (ad es. industria tessile e quella del pneumatico). L’impatto positivo sulle esportazioni ungheresi è supportato anche da stime econometriche. Analisi precedenti mostrano che un allentamento monetario della zona Euro è associato ad una quota di mercato in crescita degli esportatori ungheresi. Il deprezzamento dell’euro rispetto allo scorso anno potrebbe aumentare la quota di mercato delle esportazioni dell’Ungheria di circa 0,8 punti percentuali, sostenendo in tal modo un aumento del PIL nel 2015 da parte di alcuni di 0,2 punti percentuali.

Da Portfolio.hu

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti