Budapest: movida a rischio?

A inizio 2018 il VII distretto della capitale ha convocato per febbraio un referendum per ottenere la chiusura a mezzanotte dei locali della zona, dove abitano circa 15mila persone.

Allo stato attuale l’orario di chiusura è spesso quasi inesistente, con alcuni dei locali più in voga aperti fino alle sei del mattino. C’è chi suggerisce ai residenti di traslocare, dato l’ottimo andamento del turismo in particolare in questa parte della città – che globalmente ha visto gli arrivi toccare i 3,5 milioni nel 2016. A disturbare i residenti, tuttavia, non sarebbe il grande afflusso di turisti, quanto piuttosto l’inquinamento acustico soprattutto a tarda notte e l’incuria verso l’ambiente circostante e le auto parcheggiate.

Redazione Economia.hu

 

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti