Il governo richiede “profitti extra” per l’Utility Fund

Il governo ungherese richiederà a banche, compagnie assicurative, catene di vendita al dettaglio, compagnie energetiche, società di telecomunicazioni e compagnie aeree di contribuire per due anni con i loro “profitti extra” a un fondo per i servizi pubblici e un fondo per la difesa.

Lo ha affermato ieri il primo ministro Viktor Orbán in un videomessaggio su Facebook.

“La guerra è lunga, la politica delle sanzioni di Bruxelles non sta migliorando e insieme porteranno a un drastico aumento dei prezzi“, ha affermato Orbán.

“Il sistema ungherese di prezzi regolamentati dei servizi pubblici protegge le famiglie, ma i prezzi dell’energia continuano a salire e sta diventando più difficile e costoso proteggere quelle famiglie”, ha continuato.

“Inoltre, dobbiamo rafforzare l’esercito senza indugio”, ha aggiunto Orbán.
“Nel frattempo, le banche e le grandi multinazionali stanno accumulando maggiori guadagni e profitti extra attraverso l’aumento dei tassi di interesse e dei prezzi più alti”, ha affermato.

“Per questo motivo, il governo ha deciso di istituire un fondo per la protezione delle utilities e un fondo per la difesa. Da questi pagheremo i costi del sistema dei prezzi regolamentati delle utilities e del rafforzamento delle forze armate”, ha concluso.

Fonte: bbj.hu

Articoli recenti

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti