Incidente bus ungherese a Verona: indagato l’autista

Budapest, 30 gennaio. Un capannello silenzioso di persone di varie età sfida le temperature gelide della sera per ritrovarsi davanti alla Basilica, davanti ad un piccolo altare di candele accese sui gradini della chiesa. Dalla Polizia Scientifica in Italia intanto arriva una notizia, l’autista è rimasto vivo ed è iscritto al registro degli indagati nell’inchiesta per omicidio stradale. Sono passati 10 giorni dall’incidente che ha portato via 16 persone tra cui 11 studenti, tutti sotto i 18 anni, per l’incendio di un bus ungherese di ritorno da una settimana bianca in Francia.

Solo ieri pomeriggio, infatti, è stata data l’identità a due sopravvissuti e ricoverati in ospedale, tramite comparazione del Dna. Una procedura che porterà nei prossimi due giorni al nulla osta per la riconsegna delle salme ai familiari degli scomparsi. Resta ancora incerta la dinamica dell’incidente. 
Ammontano a 225.000 euro le donazioni da parte di individui e organizzazioni raccolte finora dalla Comunità Ecumenica Ungherese (Ökumenikus Segélyszervezet) rivolte ai sopravvisuti rimasti feriti e ai familiari delle vittime, per un totale di oltre 5000 donazioni ricevute in meno di 10 giorni.
I turisti non possono capire le parole, ma si fermano per rispetto, intuiscono il dolore negli occhi di chi sta ricordando le vittime. 
Il circolo spontaneo in ricordo delle vittime si conclude con un abbraccio

Claudia Leporatti
Redazione Economia.hu

 

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più recenti