Il primo giornale italiano sull'economia ungherese

Fanghi rossi, Corte di Budapest respinge domanda di revisione giurisdizionale

19 Febbraio 2014 – La Corte ungherese (Kúria) ha respinto

la domanda di revisione giurisdizionale presentata dalla MAL, la compagnia produttrice di alluminio dal cui deposito nell’ottobre 2010 fuoriuscì oltre 1 milione di metri cubi di fango rosso tossico che provocò la morte di 10 persone e oltre 115 feriti nei due paesi vicini alla fabbrica di Ajka (Kolontár e Devecsér).

Ieri la Kúria ha inoltre ingiunto all’azienda di rimborsare la perdita di una casa, quella di József Konkoly, uno dei numerosi danneggiati dall’incidente, che aveva chiesto 23 milioni di fiorini di danni per la perdita dell’abitazione e dei suoi averi, oltre che per il trauma psicologico. La decisione prosegue la linea del decreto della corte di appello dello scorso anno, seguito al primo processo contro la Magyar Alluminium.

 

Claudia Leporatti 

 

Redazione Economia.hu 

 

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti