Dalla cornice di Instagram a #Framesofmylife: Budapest vista da un italiano

Per ritrarre con originalità una città come Budapest, già fotografata da milioni di persone nel mondo, serve prima di tutto una cosa: il cuore.

Lo stesso che la sera del 1 dicembre ha preso vita dalla composizione fotografica di Luigino Bottega, esperto di marketing e di social media che da qualche anno si diletta a ritrarre “la sua Budapest”, dove vive e lavora. Utilizzate tra l’altro già per tre copertine della rivista “Il Ponte” (della Camera di Commercio Italiana per l’Ungheria), le foto di Luigino Bottega trovano dimensione artistica soprattutto dalla composizione “a mosaico”, che permette di realizzare forme diverse, come il cuore dell’evento di lancio. L’evento interattivo “#Framesofmylife”, realizzato in collaborazione con ITL Group e con lo studio legale associato Lajos Law Firm, ha fatto giocare la comunità expat di Budapest con un “puzzle” fotografico da comporre secondo le istruzioni fino a formare un cuore (visualizza il time lapse nel seguito dell’articolo). 

Come nasce il tuo progetto?

Per divertimento, come tante belle avventure. Da anni mi diletto a catturare attimi e scorci della Budapest che vivo ogni giorno, a trovare delle piccole particolarità nei panorami a cui vivendo qui si è abituati. Per vocazione professionale sono sempre aggiornato sui social media e alla sua nascita nel 2010 mi ha subito intrigato Instagram, che nel frattempo ha intrapreso una notevole evoluzione. 

Le tue foto sono tutte realizzate con l’Iphone?

Sì, è parte della filosofia di Instagram, che rende accessibile a tutti semplici strumenti grafici per l’elaborazione delle foto, che nascono prima di tutto per essere condivise e permettere di connettersi con altri utenti con interessi simili ai nostri.

Come si è evoluta la tua tecnica nel corso di questi 4 anni? 

Posso individuare tre fasi: all’inizio facevo foto più semplici limitandomi a ritoccarne luci e ombre. In un secondo momento ho aggiunto l’elaborazione grafica, sempre legata a dei concetti che mi affascinano e che aggiunge un velo di magia alle immagini. La terza fase, iniziata alcuni mesi fa, è stata il passaggio dalla dimensione virtuale a quella fisica, con la stampa delle foto. 

Quale riscontro hai raccolto dal pubblico?

Una grande interattività, sul posto e non. I partecipanti hanno giocato con le foto, in un’atmosfera festosa e amichevole. Già durante l’evento sono state effettuate centinaia di condivisioni sui social media e ricevo numerose email di richiesta.

I tuoi lavori sono in vendita?

I quadri sono acquistabili sia singolarmente che come installazione. 

Maggiori info: http://www.luiginobottega.com/

Claudia Leporatti

Redazione Economia.hu

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti