Il primo giornale italiano sull'economia ungherese

Budapest, seminario sulla Costituzione italiana

14 Febbraio 2014 – Per il ciclo di incontri – Sguardi sull’Italia di oggi –

organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Budapest – il 19 febbraio 2014 alle ore 18.00, per la sezione “Diritto e Amministrazione”, Salvatore Mastropasqua, Professore emerito di Diritto Pubblico, illustra agli studenti delle Università di Budapest i Principi fondamentali della Costituzione italiana.

Partecipa all’incontro Gábor Hamza, dell’Università ELTE di Budapest. Entrata in vigore il 1° gennaio 1948, la Costituzione della Repubblica italiana è lo strumento migliore per conoscere i valori e i principi che guidano il nostro Paese. Nel corso dell’incontro verranno illustrati alcuni degli aspetti fondamentali della Carta costituzionale. L’articolo 3, innanzi tutto, che, dopo aver sancito la pari dignità sociale e l’uguaglianza dei cittadini davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali, stabilisce: “E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”. E ancora il lavoro “elemento di dignità individuale e di progresso civile e sociale”; la famiglia e la tutela della salute, “diritto dell’individuo e della collettività”; la “scuola aperta a tutti”.

 

 Per ulteriori informazioni :

Istituto Italiano di Cultura

Tel. +36 1 483 20 63 

ufficiostampa.iicbudapest@esteri.it

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti