Budapest in 10 Parchi e Giardini

Per godersi il sole e divertirsi in compagnia nella capitale ungherese non mancano gli spazi verdi, ma non tutti sono immediati da trovare. Economia.hu ne ha selezionati 10: giardini e parchi adatti a chi visita Budapest per la prima volta e indispensabili per chi vi abita. Buona lettura e, soprattutto, buona passeggiata!

 1. L’isola Margherita

Bellissimi panorami sul Parlamento, sul castello di Buda e in generale sulle due parti della città, l’isola è uno dei posti più frequentati nel fine settimana e dopo il lavoro, per fare sport (un percorso morbido di 5 km rende questa la scelta più indicata a Budapest per i “runner”), camminare o godersi una giornata di sole. Ci sono terme, piscine, campi da tennis, da basket e da calcio. Un bellissimo giardino giapponese ospita tartarughe e piante orientali rare. Possibilità di noleggiare auto a pedali o elettriche.

2. Il lago Feneketlen
Nell’XI distretto, a Buda molto vicino alle zone più dinamiche della città, si trova il Feneketlen tó (“lago senza fondo”). La polla d’acqua si estende per circa 10mila metri quadrati e risale al 1877. Il Feneketlen è poco profondo, a dispetto del nome, che si deve all’origine: nel XIX secolo si è creato infatti in seguito alla rimozione dell’argilla di cui il sito abbondava, risultata in un grande buco. L’intera area è caratterizzata da una fitta vegetazione, quasi un’oasi, del tutto naturale, circondata da un parco con statue e giochi.

3. Városliget
Il parco cittadino (Város: cittadino; liget: parco) inizia dal Piazzale degli Eroi (raggiungibile con la metro gialla) e include, oltre allo zoo (vedi sotto), anche il castello di Vajdahunyad, il museo dell’agricoltura, la pista per pattinare sul ghiaccio, un lago e offre molteplici possibilità di divertimento e sport. Lo zoo vanta tra l’altro un giardino giapponese e una coltivazione di palme. Il suo orgoglio sono gli alberi nativi del territorio magiaro, tra cui molte specie rare.

4. Giardino Károlyi
Il più antico giardino pubblico di Budapest e secondo molti anche il più bello. Uno spazio non molto grande ma tranquillo, nonostante sia ben frequentato anche durante la settimana. Per trovarlo bisogna inoltrarsi tra i palazzi del quinto distretto, nelle vicinanze del Museo Nazionale e di Kálvin Tér. Gli ungheresi amano portarci i bambini, mentre i locali con tavoli esterni che lo circondano lo rendono affollato anche nel dopo lavoro, per una birra o un gelato. Chiude al tramonto e apre alle sette di mattina.

5. Orczy Park

Un piccolo parco dove non te lo aspetteresti, nel cuore dell’ottavo distretto. Perfetto per fare sport, dotato di campi da tennis, da basket e da calcio, offre spazio per correre, camminare e fare picnic.

6. Kopaszi Gát (diga)
Non è solo Pest ad offrire svaghi per tutte le età: questa piccola penisola nella parte sud di Buda è stata rinnovata pochi anni fa ed è l’ideale per una pedalata e trascorrere qualche ora sul Danubio, anche di sera, grazie a diversi locali con musica e piccoli eventi. Molto romantico al tramonto, il Kopaszi Gát è l’ideale per fare qualcosa di diverso.

7. Parco del Ponte delle Catene
Cominciamo questa breve rassegna da uno spazio verde “giovane”, creato di recente. Si trova a Buda, al termine del Ponte delle Catene. Piccolo ma ricco di piante, perfetto per godersi una bella vista su Pest.

8. Giardino botanico dell’università ELTE
Noto come Füvészkert e aperto dal 1 aprile al 31 ottobre è il primo giardino botanico mai aperto a Budapest, fondato da Jakab Winkler nel 1771. Il parco è protetto come parte del Patrimonio Naturale nazionale e membro dell’organizzazione internazionale per la conservazione dei giardini botanici. La sua collezione comprende 85 specie protette locali e 250 straniere. L’ingresso costa 400-450 fiorini.

9. L’isola di Óbuda
Forse non vi dice niente questo nome e nemmeno quello autentico, Hajógyári sziget, eppure questa piccola isola in mezzo al Danubio è famosa. Ad agosto vi si tiene infatti il Sziget Festival, evento cult dell’estate magiara, capace di attirare milioni di persone in una città europea nei caldissimi giorni di Ferragosto. L’isola è comunque un grande parco dove pedalare, fare sport o camminare in ogni altro giorno dell’anno, particolarmente gradevole in primavera e in estate.

10. Isola di Háros
Se avete sete di natura allontanatevi un poco, senza lasciare Budapest ma vicino a Budafok, i cui confini sono molto estesi, per raggiungere il XXII distretto. Sul lato destro del Danubio si trova una verdissima isola con tanto di foresta ripariana dall’alto valore zoologico e botanico.

Altri suggerimenti su cosa fare a Budapest qui: Budapest in 25 idee

Foto e articolo di Claudia Leporatti

Redazione Economia.hu

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti