Parte da Budapest la prima gara di autostop

C’è l’Hungaroring, il circuito di Formula 1, e l’Hungaroitch: anche in questo caso vince chi arriva prima, non a colpi di acceleratore, ma di pollice.

 

La prima gara di autostop mai organizzata in Ungheria si terrà questo fine settimana, prendendo spunto da altri Paesi dove la manifestazione è già popolare e facendo leva sull’ampia diffusione nel centro-est Europa di questo modo di viaggiare, pieno di incertezze ma di certo avventuroso. Oltre 30 le coppie già registrate, che si presentano sul sito Internet dell’iniziativa e arrivano da tutto il Paese e non solo.

I team sono composti da due persone e  dovranno seguire un itinerario prestabilito, ovviamente in autostop. La partenza è la mattina di sabato, nel secondo distretto di Budapest, l’obiettivo è farvi ritorno nel minor tempo possibile, possibilmente entro le 24 ore.
I partecipanti dovranno restare in coppie e saranno muniti di GPS per tracciarne gli spostamenti. La registrazione costa 10 euro per squadra ed è permessa a tutti i maggiori di 16 anni. Un sistema di regole è spiegato all’interno dell’apposito “HitchBook” che i concorrenti riceveranno prima di avviarsi, comprensivo di trucchi e dell’elenco di prove utili per accumulare punti. Ad esempio il “selfie” con l’autista dà diritto ad alcuni extra. Come nelle discipline sportive, i vincitori riceveranno coppa e medaglia d’oro, argento per i secondi e bronzo per i terzi, ma vi sarà anche il premio speciale per chi avrà scattato la foto “autostoppistica” più creativa!
Per ulteriori informazioni e per registrarsi: http://www.hungarohitch.com/

Redazione Economia.hu

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti