Il primo giornale italiano sull'economia ungherese

L’Ungheria stanzia 11,5 mrd HUF per siti UNESCO

Il governo ungherese ha pubblicato un bando dal valore complessivo di 11,5 miliardi di fiorini (37,6 milioni di euro) per promuovere il miglioramento dei siti UNESCO in Ungheria. A comunicarlo è stato il Segretario di Stato del Ministero dell’Economia Balázs Rákossy in carica per i Fondi Europei.

Come parte del programma economico e di innovazione GINOP, il piano è volto a “preservare, proteggere e presentare” le aree in questione, con un’enfasi sul turismo. Nel bando si fa riferimento infatti alla creazione di servizi “complessi e interattivi”. Secondo Rákossy il bando porta avanti le linee del governo per la spinta allo sviluppo delle PMI, per l’aumento della domanda nel settore del turismo e per la creazione di posti di lavoro.

I siti UNESCO in Ungheria includono Budapest con rive del Danubio, il quartiere del Castello di Buda e Andrássy ut (1987), la necropoli Cristiana di Pécs (Sopianae) (2000), il lago di Fertö / Neusiedlersee Panorama culturale (2001), il Parco Nazionale di Hortobágy – la Puszta (1999), l’Abbazia Millenaria dei Benedettini di Pannonhalma e il suo ambiente naturale (1996), l’antico borgo di Hollókő e dintorni (1987), la regione vinicola del Tokaj (2002) e le grotte di Aggtelek (1995).

Foto di Claudia Leporatti, Economia.hu

Redazione Economia.hu

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti