Il primo giornale italiano sull'economia ungherese

L’italiana Rampini pensa a fabbrica in Ungheria

Rampini, una delle maggiori aziende di autobus italiane, è entrata in trattativa con i suoi partner locali per la possibile fondazione di una base produttiva in Ungheria.

Secondo Index.hu Stefano Rampini, CEO di Rampini,

ha in programma di utilizzare per la maggior parte fornitori ungheresi. Nessuna dichiarazione su dove potrebbe trovarsi l’impianto, che in una prima fase dovrebbe produrre autobus elettrici per il mercato locale e solo in seguito aprirsi a quello dell’Europa occidentale.

Nel 2014 Siemens-Rampini ha vinto il bando per la fornitura di 21 autobus elettrici indetto dalla BKV, l’azienda dei trasporti di Budapest, che tuttavia non è stata in grado di acquistare i veicoli per mancanza di supporto e approvazione statale nei tempi stabiliti. L’azienda, fa notare il Budapest Business Journal, ha mantenuto massima fiducia al mercato ungherese.

Redazione Economia.hu

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti