Conto alla rovescia per Veszprém Capitale Europea della Cultura

Mancano ormai meno di 50 giorni e la città ungherese di Veszprém, insieme alla regione di Bakony-Balaton, riceverà la designazione culturale più prestigiosa dell’Unione Europea e diventerà la Capitale Europea della cultura (ECoC) per il 2023. A gennaio prenderà il via un entusiasmante anno di programmi culturali.

L’iniziativa Capitale europea della cultura(ECoC) è la sfaccettatura più importante del programma della politica culturale dell’Unione Europea, la ECoC mira infatti ad avvicinare i popoli d’Europa attraverso la cultura. È importante sottolineare che il titolo ECoC non riguarda solo i molti programmi che si svolgono durante tutto l’anno, ma piuttosto lanciare e rafforzare i processi sostenibili a lungo termine. Quest’anno offre quindi un’opportunità unica per promuovere la regione Bakony-Balaton come centro creativo e culturale e Veszprém come capitale di tale centro.

Per ripercorrere le tappe che hanno portato Veszprém a diventare Capitale Europea della Cultura leggi qui.

I programmi previsti sono raggruppati per campi culturali(musica, teatro, arte, danza, vino e gastronomia…) e cluster, che inquadrano le principali ambizioni di questa regione. 

I 9 cluster sono Musica/Città, The Busy World of Veszprém, Region/Alive, Fragile Balaton, Reflection, Bridges, Out of the Ordinary, Celebration, Beyond e insieme incorporano centinaia di individui, programmi o serie di programmi che daranno nuovamente vigore alla città e al territorio. 

Organizzati da VEB 2023 e dai suoi partner, i programmi utilizzano l’arte e la cultura come mezzo per rispondere alle serie sfide di oggi; ad esempio riportare la vita e la comunità nelle nostre città. Altri obiettivi sono: includere il supporto per le importanti attività tradizionali che plasmano il futuro di piccoli nuclei abitativi che si trovano su “strade meno trafficate”; aumentare la consapevolezza delle sfide ecologiche che il lago Balaton e il suo bacino idrografico devono affrontare; coinvolgere i giovani e stimolare il loro interesse per la cultura attraverso spettacoli e presentazioni di un certo livello; infine rafforzare la connessione tra le persone, il loro ambiente e la cultura di coesistenza. 

Sono in corso anche nuovi investimenti per migliorare a lungo termine il turismo e l’attrattività culturale di Veszprém e della regione. Ad esempio, durante tutto l’anno, diversi eventi attireranno sia l’attenzione nazionale che europea, tutto ciò farà crescere anche  l’importanza delle feste e degli eventi.

La giornata di apertura

L’evento di apertura è da sempre il fiore all’occhiello della Capitale Europea della Cultura. Il 21 gennaio e durante tutta la successiva settimana, le istituzioni culturali di Veszprém organizzeranno mostre e speciali visite guidate, inoltre alcuni luoghi di rilevanza gastronomica ospiteranno diversi programmi e concerti.

La giornata raggiungerà il culmine grazie ad una grande esperienza artistica nel centro della città, intitolata “Shine Veszprém!”, che consisterà in quasi un’ora di canzoni, spettacoli, balli, eventi musicali e spettacoli di luci. Questo grande spettacolo, che dovrebbe attirare decine di migliaia di persone, si chiuderà con una lunga notte di balli in strada.

I programmi si terranno in parallelo al 200° anniversario dell’Inno di Ferenc Kölcsey, la poesia che ha ispirato il testo dell’inno nazionale ungherese. Per questo Veszprém offrirà anche una vasta gamma di programmi per il 22 gennaio, ovvero la Giornata della Cultura Ungherese. I festeggiamenti includeranno anche anteprime teatrali e spettacoli.

Fonte: veszprembalaton2023.hu Fonte foto: Facebook Veszprém-Balaton 2023 Európa Kulturális Fővárosa

Articoli recenti

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più recenti