Chiusura fabbrica Nokia: accordo su esoneri

I sindacati hanno concluso i dialoghi sul trattamento di fine rapporto per i dipendenti della fabbrica NOKIA di Komárom, in Ungheria settentrionale, la cui chiusura rientra nel piano di riduzione dei costi annunciato da Microsoft, che nel 2013 ha acquistato una divisione del produttore finlandese di telefoni cellulari.

Oltre alle compensazioni che devono essere loro garantite per legge, gli addetti dell’impianto in chiusura il prossimo 30 novembre, riceveranno 5 mensilità di canone assenteisti e 150mila fiorini di indennità per la ricerca di lavoro.

Il vertice del sindacato Zoltán László ha dichiarato inoltre che ogni dipendente potrà scegliere un telefono top di gamma. A Komárom lavorano 1829 persone, di cui 680, specifica il sindacato, sono di cittadinanza slovacca: per loro è previsto identico trattamento e stessi benefit. Microsoft ha fatto sapere nel frattempo di voler trasformare la struttura in un’azienda per servizi di cloud computing e software per telefoni cellulari. A luglio Audi Hungaria si era detta intenzionata ad aiutare i dipendenti licenziati dalla fabbrica Nokia di Komárom. La filiale magiara della casa automobilistica tedesca, che ha sede a Győr (circa 40km a ovest di Komárom)  sostiene infatti di poter intervenire agevolando il rientro nel mondo del lavoro degli esonerati.

La chiusura di Komárom è stata comunicata il mese scorso (vedi qui), quando Microsoft ha annunciato il più grande piano di licenziamenti della sua storia, riconducibile in larga parte all’acquisto della divisione Devices and Services di Nokia.

 

Claudia Leporatti

 

Redazione Economia.hu 

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti