Alla Galleria Nazionale in mostra l’Art Déco

Dal 16 giugno fino al 28 agosto, la mostra della Galleria Nazionale Ungherese intitolata Art Deco Budapest Posters, Lifestyle and the City (1925–1938), presenta una panoramica completa della distinta cultura visiva del periodo tra le due guerre.

L’obiettivo principale della mostra è l’Art Déco ungherese, con un focus sulla poster art e sullo stile di vita urbano moderno. Degli oltre 250 reperti, la maggior parte di essi si vede raramente alle mostre e alcuni di essi vengono esposti per la prima volta.

La grande mostra della Galleria Nazionale Ungherese cerca di ritrarre l’entusiasmante periodo degli anni ’20 e ’30, che ha portato importanti cambiamenti al paese. Porta i visitatori in un viaggio attraverso l’epoca e l’Art Déco usando il poster come genere.

Cento anni fa, dopo il trauma della prima guerra mondiale e la devastazione dell’influenza spagnola, nella seconda metà degli anni ’20, il consolidamento economico si unì al desiderio sfrenato delle persone di godersi la vita, con il glamour e la brama di vivere a volte decadente essere al centro dei gusti Art Deco.

L’Art Déco ha attinto a un’ampia gamma di ispirazioni: le conquiste delle belle arti d’avanguardia, la stilizzazione decorativa ed elementi di stili storici, nonché una riscoperta dell’arte popolare, delle culture esotiche e persino dell’antica arte egizia. Soprattutto, i poster Art Déco cercavano di catturare l’attenzione della gente attraverso lo spettacolo abbagliante, il glamour dell’eleganza, la seduzione dell’erotismo, il fascino dell’esotico, il brivido della velocità e il misterioso romanticismo degli inferi. L’Art Déco ha esercitato ugualmente un’influenza su belle arti e arti applicate, cinema, teatro, musica e architettura. La mostra si concentra sulla cultura visiva dell’Art Déco ungherese, con un’enfasi sulla poster art e sullo stile di vita urbano moderno. Presenta un quadro completo della distinta cultura visiva degli anni tra le due guerre attraverso un’esposizione di manifesti speciali, mobili, indumenti, film e spazi urbani e richiama l’attenzione su tutti gli elementi che hanno giocato un ruolo nel plasmare il gusto pubblico dell’epoca.

I manifesti in mostra documentano i fenomeni del periodo: il nuovo ideale femminile, la moda moderna, il culto dello sport e della salute ma anche le invenzioni – l’automobile, la radio, i talkie – e le nuove forme di intrattenimento, come concerti jazz, discoteche e riviste.

I visitatori possono vedere più di 130 poster e numerosi design di poster dei più importanti grafici del periodo, inclusi grandi nomi come Róbert Berény, József Bottlik, István Irsai, Lajos Kozma, Kató Lukáts, Gitta Mallász, Tibor Réz Diamant e molti altri. I loro manifesti pubblicizzavano i beni di lusso dell’epoca, i film che giravano nei cinema così come i caffè e le discoteche di Pest.

La mostra porta gradualmente i visitatori dalla sfera privata e personale a quella pubblica. Si parte dagli oggetti della nuova moda femminile e della cultura corporea, interni borghesi con arredi moderni, oggetti di uso quotidiano e pezzi decorativi, i capolavori dell’arte applicata Art Déco.

Seguono i vivaci spazi della grande città, Budapest, che evocano il glamour dei supermercati e dei cinema urbani, il culto delle star di Hollywood, nonché la leggendaria vita notturna di Budapest.

I poster dell’epoca mostrano la performance di Josephine Baker a Budapest e mettono in scena ballerini in costumi smaglianti. Risale a questo periodo anche uno dei più bei poster Art Déco ungheresi, disegnato per il film Metropolis di Fritz Lang, che crea la visione della grande città moderna piena di grattacieli. Dalla metà degli anni ’30, pittoreschi manifesti promuovevano Budapest come “la città dei bagni” e altre regioni dell’Ungheria.

Nessuna mostra completa è mai stata organizzata per presentare Budapest, come una metropoli negli anni tra le due guerre in tale complessità.

Fonte foto: https://en.mng.hu/artworks/budapest/

Articoli recenti

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti