Il primo giornale italiano sull'economia ungherese

2018, tornelli e eticket sui trasporti di Budapest

Dal 2018 i trasporti di Budapest passeranno ai biglietti elettronici, con la carta “Rigo”.

C’è ancora da aspettare dunque per la grande “rivoluzione”,  ma l’installazione dei tornelli inizierà già alla fine di quest’estate. I primi tornelli saranno installati nella fermata di Deák Ferenc Tér, crocevia di 3 linee della metropolitana, e alla fermata del treno suburbano HÉV di Közvágóhíd. In una prima fase la BKK (compagnia dei trasporti di Budapest) opererà un test di funzionamento nelle due fermate menzionate e in seguito passerà all’emissione dei biglietti elettronici. I terminali saranno gradualmente inseriti in tutte le stazioni, rimanendo aperti fino alla messa a punto del sistema. Il passaggio dalla carta agli e-ticket è previsto per l’inizio del 2018.
COME FUNZIONERÀ
Vi saranno due tipi diversi di “pass”, personalizzato con possibile incorporazione nella carta d’identità, oppure anonimo. 
La carta prende il nome di “RIGO”, in ungherese “merlo” ed è di colore giallo, con raffigurato un merlo stilizzato. La scelta del nome è avvenuta in seguito a un sondaggio del 2013 che ha rivelato che per i viaggiatori sono preferibili nomi di animali, pietre preziose o nomi divertenti, purchè richiamino i concetti di libertà, flessibilità, sicurezza e facilità d’uso. RIGO è anche acronimo di Reliable (affidabile), Integrated (integrato) e GO (andare). Inoltre il merlo è un uccello che ricorre nelle sonate folkloristiche ungheresi e nelle poesie. Avvicinando alla torretta per il passaggio si produrrà un suono simile ad un cinguettio. 
OPZIONI DIVERSE
La carta potrà essere ricaricata anche online usando la app dedicata. I fruitori occasionali ed irregolari dei trasporti di Budapest potranno scegliere tra la carta anonima o le “carte intelligenti”, biglietti a tempo validi per un numero di viaggi illimitato durante un tot di minuti. 
STUDENTI E OVER 65
Resteranno in vigore le riduzioni di prezzo, i biglietti a prezzo agevolato e l’uso gratuito dei trasporti da parte dei cittadini UE al di sopra dei 65 anni. Questi ultimi dovranno comunque dotarsi di una scheda, gratuita, mostrando il proprio passaporto o documento di identità.

I due sistemi (carta ed elettronico) coesisteranno fino all’ampia diffusione dei biglietti elettronici. 

Claudia Leporatti

Redazione Economia.hu

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti