Jobbik, respinta domanda referendum su legge terreni agricoli

21 Marzo 2014 – La legge ungherese sui terreni agricoli

ò uno dei nodi cruciali della campagna elettorale 2014 della formazione di estrema destra Jobbik, il cui elettorato è distribuito soprattutto nelle aree rurali del Paese ed è particolarmente sensibile al tema agricoltura. Il partito ha infatti chiesto di sottoporre la legislazione a referendum, domanda che, rende nota oggi l’agenzia di stampa MTI, è stata rifiutata. Secondo Jobbik la legge priverebbe i contadini ungheresi dei loro terreni per concentrarli nelle mani dello stato e della Chiesa, autorizzandone per di più l’acquisto da parte degli stranieri e “svendendo” una delle maggiori ricchezze del popolo magiaro.

 

Il comitato nazionale ungherese per le elezioni ha respinto la richiesta di Jobbik sulla convocazione di un referendum contro la legge sui terreni agricoli. Il partito è contrario alla legge, che prende il posto della moratoria europea in scadenza ad aprile 2014, in quanto ritenuta negativa per gli interessi degli ungheresi. La nuova legge consente infatti ai cittadini degli altri Paesi membri UE di acquistare e affittare terreni agricoli in Ungheria, a determinate condizioni (di cui potete leggere nel nostro speciale). A gennaio Jobbik aveva presentato domanda di referendum argomentando che agli elettori dovrebbe essere chiesto se vogliono vedere emendato l’accordo di accesso dell’Ungheria nell’Ue per fare in modo che i terreni agricoli nel Paesi possano appartenere solo allo stato, alle organizzazioni religiose magiare o agli individui residenti nel Paese. Tale richiesta, ha spiegato il vertice del comitato András Patyi, si scontrerebbe con il trattato di Lisbona. 

Claudia Leporatti

 

Redazione Economia.hu 

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti