Inflazione all’11,7% su base annua nel mese di giugno

L’Indice dei Prezzi al Consumo (IPC) in Ungheria è aumentato del 11,7% su base annua nel mese di giugno, accelerando rispetto all’aumento del 10,7% nel mese di maggio, secondo i dati diffusi venerdì dall’Ufficio Centrale di Statistica (KSH).
Nel suo ultimo rapporto trimestrale sull’inflazione, pubblicato alla fine di giugno, la Banca Nazionale d’Ungheria (MNB) ha detto che l’IPC potrebbe raggiungere il picco nei mesi autunnali.

I dati del KSH mostrano che i prezzi dei prodotti alimentari sono aumentati del 22,1%, il prezzo del pollame è salito del 37,1%, del pane del 39,7% e i prezzi del latte sono aumentati del 24,9%.
Dal 1º febbraio il governo ha ridotto i prezzi per una serie di prodotti di base (tra cui carne di maiale, olio da cucina e farina) ai livelli di metà ottobre, nel tentativo di smorzare l’inflazione. 

I dati mostrano i prezzi nella categoria di beni che comprende il carburante per veicoli che è aumentato dell’11,6%, come i prezzi dei carburanti per motori, aumentati dell’11,2%. Il governo ha limitato i prezzi alla pompa a 480 fiorini/litro, sia per la benzina che per il diesel, dal 15 novembre. 

I prezzi dell’alcol e dei prodotti del tabacco sono aumentati del 7,3%. I prezzi dell’abbigliamento sono aumentati del 4,3%, i prezzi dei beni di consumo durevoli del 12,4% e i prezzi dell’energia domestica sono aumentati dell’1,6%, mentre il prezzo dei servizi è cresciuto del 5,6%.

Articoli recenti

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti