Il deficit del governo raggiunge 2,8 trilioni di fiorini a giugno

Il deficit del governo ungherese basato sul flusso di cassa, esclusi i consigli locali, ha raggiunto 2.892 trilioni di fiorini alla fine di giugno, ha riferito venerdì il Ministro delle Finanze in una prima lettura dei dati sul suo sito Web. 

Nell’attuale e imprevedibile contesto economico globale, con la prolungata guerra Russia-Ucraina e con le sanzioni da parte di Bruxelles, l’obiettivo del governo rimane chiaro: preservare la stabilità dell’Ungheria, proteggere i tagli dei prezzi dei servizi, dare sostegno alle famiglie, le pensioni e la piena occupazione“, ha detto il ministro. 

“Inoltre, il mantenimento di una politica fiscale disciplinata è di fondamentale importanza. A tal fine, il governo sta mantenendo il suo obiettivo di deficit fiscale del 4,9% per quest’anno e continuerà a ridurre il debito pubblico“, ha aggiunto.

Il deficit di bilancio centrale ha raggiunto 3,04 trilioni alla fine di giugno. I fondi di previdenza sociale ammontavano a 26,8 miliardi di fiorini in negativo, mentre i fondi statali avevano un’eccedenza di 175,2 miliardi di fiorini. Il deficit è aumentato da 2,737 trilioni di fiorini alla fine di maggio. L’obiettivo di deficit pubblico basato sui flussi di cassa per l’intero anno è di 3,152 trilioni di fiorini.

Inoltre, l’inflazione annua é stata dell’11,7% a giugno, cosa che non accadeva in Ungheria dalla seconda metà degli anni ’90 o 1998, secondo l’Ufficio centrale di statistica (KSH). Il livello dell’aumento dei prezzi si sta quindi avvicinando al 14-16% previsto dalla MNB per settembre.

Articoli recenti

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti