Il fiorino ungherese si è indebolito nei confronti delle principali valute

Il fiorino non può ancora rafforzarsi in modo significativo nei confronti dell’euro e il tasso di cambio sopra 420 significa che potremmo vedere un nuovo picco storico della quotazione.

Le nuove misure di limitazione della liquidità della MNB sono state lanciate questa settimana, ma finora non hanno nemmeno portato a una svolta significativa.

Venerdì 7 il fiorino si è attestato in mattinata intorno a 423,5 contro euro, fino a questo momento ha rappresentato un movimento minimo rispetto a ieri sera. Tuttavia, la valuta ungherese non è ancora in grado di allontanarsi in modo significativo dal suo minimo storico, all’inizio della settimana abbiamo visto il record a 426,3.

Il fiorino è stato scambiato a 418,99 rispetto all’euro intorno alle 5:30 di sera di martedì 4 ottobre, rafforzandosi da 420,17 nel tardo lunedì. Il fiorino è avanzato a 420,13 da 427,26 a rialzo del dollaro e si è rafforzato a 428,64 da 430,65 al franco svizzero.

Fiorino in calo

A partire dalle ore 07.00 di mercoledì 5 ottobre, il fiorino si è indebolito nei confronti delle principali valute rispetto al cambio della sera precedente nel commercio internazionale di valute.

L’euro è stato quotato a 420,20 fiorini dopo i 419,47 fiorini della sera precedente, il dollaro è salito a 421,60 fiorini da 420,35 e il franco svizzero è stato quotato a 430,09 fiorini da 428,71 la sera precedente.

Il fiorino si è indebolito del 0,2% nei confronti dell’euro e del 0,3% rispetto al dollaro e al franco svizzero.

A partire da mercoledì mattina, è dell’1,4% più forte del suo minimo fissato all’inizio di ottobre rispetto all’euro.

Invece, rispetto al suo minimo raggiunto a fine settembre, è del 3,6% più forte rispetto al dollaro e del 3,3% contro il franco svizzero.

Fonti: profitline.hu | portfolio.hu

Articoli recenti

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più recenti