Formazione professionale: il governo spinge, gli insegnanti obiettano

L’Ungheria sta aggiornando il proprio sistema di formazione professionale per soddisfare meglio le esigenze del mercato e aumentare la fidelizzazione dei formatori dall’anno accademico 2020/21, ha dichiarato il segretario di stato Tamas Schanda in una conferenza stampa, riferisce il portale ufficiale di notizie del governo kormany.hu.

Dal 2020, gli studenti che abbandonano la scuola primaria avranno la possibilità di scegliere tra un “technkum” di cinque anni e una scuola professionale di tre anni per padroneggiare gli scambi, ha detto Schanda, specificando la legislazione che attua le modifiche approvate dal Parlamento martedì.

Ha detto che gli stipendi dei quasi 32.000 istruttori professionali aumenterebbero in media del 30%, mentre il numero di tirocinanti che ottengono stipendi triplicherà a oltre 110.000 entro due anni.

Fonte: Pedagógusok Szakszervezete

Allo stesso tempo, l’Unione degli insegnanti (Pedagógusok Szakszervezete o PSZ) si è rivolta al presidente della Repubblica ungherese János Áder e gli ha chiesto di prendere in considerazione le sue obiezioni e gli aspetti sociali della legislazione, di rifiutare di firmare il disegno di legge e di rinviarla al proponente per una corretta preparazione.

Secondo la PSZ il Ministero dell’innovazione e della tecnologia – ITM nel redarre la proposta di legge avrebbe violato la legislazione sulla consultazione sociale. Inoltre, la nuova legge, se adottata, comporterebbe gravi rischi di lavoro e occupazionali per i datori di lavoro e i dipendenti interessati.

L’Unione degli insegnanti ha ribadito in un comunicato la propria opposizione all’esclusione dell’IFP dal sistema di istruzione pubblica e alla perdita di formazione professionale per i lavoratori dell’IFP.

Fonte: bbj.hu | Pedagógusok Szakszervezete

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più letti