10 cose da fare a Budapest durante il Sziget Festival

Il Sziget Festival è un villaggio dentro la città, tanto è vero che l’isola che lo ospita per una settimana cambia nome, diventando “The Island of Freedom”.

Chi vi entra deve acquisire la propria “Szitizenship”, ufficializzata dal braccialetto di stoffa che spesso diventa un feticcio inseparabile per i fan dell’evento musicale più grande della regione. Per molti, tuttavia, il Sziget è anche la prima occasione per viaggiare alle volte dell’Ungheria e di Budapest in particolare. Ecco che allora qualche pausa dal “paese dei balocchi” sul Danubio, può arricchire ulteriormente la vostra vacanza, permettendovi di scoprire i lati migliori di Budapest. Dato che il vostro tempo è limitato dal programma serrato di concerti e spettacoli sull’isola, eccovi una selezione di 10 attività da fare in città, mentre vi riprendete dalla nottata musicale e vi ricaricate per quella successiva!

1. UNO, DUE, TRE…SPLASH! Questo è il più classico dei consigli, ma non c’è altro modo di iniziare questa lista senza menzionare le terme. Budapest ne è forse la capitale mondiale e senza dubbio è il posto dove con minor spesa potete trascorrere ore e ore in edifici appaganti per l’occhio e rigeneranti per il corpo. Se ne siete appassionati, fatevi un bel tour. Dagli Szechenyi alle Kiraly, fate una sosta al Gellert e non perdetevi le Lukacs. Non c’è modo migliore dopo una nottata di eccessi per ritrovare voi stessi e…anche qualche compagno di bagordi!

2. FATE SPORT! Siete a Budapest, guardatevi intorno e rendetevi conto di quante persone fanno movimento all’aperto. Potete noleggiare delle bici, andare a correre, farvi una nuotata in piscina, una scalata sulle colline di Buda o mettetevi d’accordo per un doppio a tennis. In quasi tutti questi casi, l’isola Margherita è il posto che fa per voi. Se proprio non volete lasciare l’isola del festival, comunque, trovate un’ampia ed attrezzatissima area “ginnastica”, tra le novità degli ultimi anni.

3. METTETEVI ALL’OPERA! D’accordo, il Sziget Festival vi offre tutto e di più in fatto di musica, ma se siete a Budapest per la prima volta e la musica è la vostra passione non potete proprio perdere l’occasione di vedere l’Opera più grande del centro-Est Europa. Un palazzo meraviglioso, con visite guidate ogni giorno nella lingua che preferite.

4. CARBURATE! Prima di tornare sull”isola delle libertà” provate almeno una delle rinomate caffetterie di Budapest, avete l’imbarazzo della scelta. Gustatevi il caffè (magari ghiacciato, se fa molto caldo) e l’atmosfera, ritroverete le energie per divertirvi e conserverete un bel ricordo “ungherese”.

5. TRADIZIONALE: al castello di Buda, dal 16 al 20 agosto, c’è il Festival delle Arti Folkloristiche. Una buona infarinatura sulle tradizioni ungheresi che si apre anche al mondo, con espositori internazionali. Ospite di quest’anno è la Spagna. Tra delicatezze, bevande, ceramiche e artigianato, lasciatevi trasportare dai balli folk e ammirate il panorama dalla reggia di Buda.

6. TAKE IT EASY, TAKE IT SZIMPLA. Se non avete tempo di immergervi nel mondo dei “pub in rovine”, non potete lo stesso fare a meno di entrare al Szimpla: dovete almeno rendervi conto di quello che vi state perdendo!

7. TUTTA VOSTRA LA CITTÁ. Dominate Budapest con un paio d’ore di panorama. Potete optare per la classica vista dalla Cittadella o avventurarvi su per Gul Baba utca. In alternativa, potete salire sulla cupola della Basilica di Santo Stefano. In ogni caso, resterete senza fiato e non solo per la fatica!

8. COMINCIATE BENE. Se volete sentirvi parte della vita locale, andate a fare colazione al mercato centrale (ricordate che la domenica è chiuso!), dove potete fare anche scorta di frutta fresca a prezzi decisamente più ragionevoli di quella disponibile al Sziget.

9. TESORI TRA LE PULCI. Il sabato e la domenica mattina (anche in tarda mattinata, sappiamo che non vi alzerete presto!) potete andare a caccia di chincagliere e souvenir autentici tra i mercatini delle pulci. Quello del parco cittadino, il Petofi Csarnok, è il più facile da raggiungere ed è vicino alle terme, se volete riposarvi ancora un po’ dopo lo “shopping”.

10. RESPIRATE L’ESTATE BUDAPESTINA. Per finire, andate in Erszebet Tér, proprio accanto alla centralissima Deak, e sdraiatevi sull’erba. Dalle 18 in poi questo è il posto dove sentirsi parte della gioventù locale e della comunità expat allo stesso tempo. Finché non vi verrà il mal di terra e tornerete sulla vostra amata isola per un’altra notte di concerti.

Claudia Leporatti

Redazione Economia.hu

Articoli recenti

Redazione
La Redazione di Economia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor-in-chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >https://economia.hu/chi-siamo/

Altri articoli che potrebbero interessare

Instagram

Articoli più recenti